Se vuoi tingere di verde il tuo Hotel tira fuori la strategia!

Se vuoi tingere di verde il tuo Hotel tira fuori la strategia!

Pubblicato il in Marketing e comunicazione

se vuoi tingere di verde il tuo hotel tira fuori la strategia!

Azioni e coinvolgimento per un hotel veramente green.

Lo dicono le tendenze e lo confermano le analisi: la sostenibilità sta diventando una scelta.

In particolare, la ricerca Sustainable Travel Report condotta online a livello mondiale da Booking.com per celebrare l’Earth Day del 2018 ha tracciato quelli che sono i comportamenti prevalenti quando si tratta di scegliere una vacanza o di vivere il proprio viaggio.

L’importanza del turismo sostenibile è riconosciuta dall’87% dei viaggiatori e quasi un intervistato su due associa il turismo sostenibile alla preferenza di strutture green per ridurre la propria impronta ambientale.

La trasformazione di un albergo per renderlo più sostenibile è un percorso che nasce da un cambiamento nella filosofia di gestione della struttura; non è quindi semplice diventare green è necessario sia il tempo che la convinzione del gestore. I passaggi da compiere sono molteplici ma il primo step è sempre l’analisi della propria struttura: attraverso lo studio delle caratteristiche strutturali ed organizzative è possibile capire dove si può intervenire e come gestire le inefficienze per ridurre l’impatto ambientale.

Le azioni da intraprendere per avviare il percorso di evoluzione verso la filosofia green possono essere interventi strutturali oppure accorgimenti gestionali, quasi banali, ma che fanno bene all’ambiente e al portafoglio.

Nelle camere è possibile introdurre un cappotto termico oppure inserire delle finestre più isolanti. Altrimenti una soluzione pratica per ridurre i consumi di energia è la tessera magnetica. Utilizzare luci a LED e sistemi di spegnimento a tempo o con rilevatore di presenza sono accorgimenti interessanti da introdurre negli spazi di collegamento.

Se un impianto solare fotovoltaico e un sistema solare termico sembrano investimenti troppo impegnativi può essere valutato il passaggio ad un servizio di fornitura dell’energia proveniente da fonti rinnovabili.

La scelta di installare riduttori del flusso dei rubinetti, nelle docce e nei WC riduce l’utilizzo di acqua così come il riutilizzo di acqua piovana per annaffiare il giardino. Un’azione ormai quasi accettata da tutti è un sistema di sostituzione programmato o su richiesta dell’ospite della biancheria e degli asciugamani che consente di ridurre l’impatto ambientale provocato dalla lavanderia. Nel bar, così come nelle camere e nel centro benessere, è importante togliere i contenitori monouso, piatti, bicchieri, bottiglie e cannucce di plastica.

Preferire acquisti verdi e una ristorazione fatta di prodotti a km zero, biologici e un menù con proposte stagionali della tradizione locale consente di ridurre l’impatto ambientale dovuto al trasporto dei cibi.

Non dimentichiamoci delle piante: la presenza di verde purifica l’ambiente assorbendo la CO2 e rende gradevoli gli spazi della struttura per la fruizione dell’ospite.

Per concludere il processo intrapreso per divenire più sostenibili manca proprio il coinvolgimento del cliente che dovrà avere la certezza dell’impegno ambientale della struttura e poter agire personalmente per contribuire a ridurre l’impatto ambientale provocato dal suo soggiorno.

È importante quindi comunicare le proprie iniziative green per sensibilizzare il turista e convincerlo ad agire, insieme all’hotel, per il bene del pianeta.

Un esempio, utilizzando le scale al posto dell’ascensore, si evitano di produrre 50 g di CO2 al giorno con un risparmio annuale di 12,5 kg di CO2. Questi interventi proposti rappresentano degli esempi, ma ad ogni modo tutte le iniziative adottate devono avviare un processo di miglioramento continuo per ridurre l’impatto ambientale e avere un senso economico-finanziario al fine di adempiere alla definizione di sviluppo sostenibile contribuendo alla soddisfazione del fabbisogno personale senza compromettere la possibilità di soddisfazione dei bisogni degli altri.

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani sempre aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter
Emma Arzilli

Area Analisi Dal mare della Toscana mi sono trasferita a Trento. Dalla mia terra mi porto l’amore per l’odore di salmastro sulla pelle, dal Trentino quello per il Pinot. Sono una persona responsabile e diligente, cerco di divertirmi in tutto ciò che faccio. Mi piace osservare le persone immaginando le loro vite. Penso che rimanendo con i piedi per terra, ma facendo volare ogni tanto la testa si riesca ad ottenere tante soddisfazioni. Mi piace più cucinare che mangiare e amo accompagnare i pensieri e le chiacchiere con una buona bottiglia di vino. Il coraggio non mi manca e sempre più volte viaggio sola ma circondata da persone sconosciute, che tra una battuta e l’altra diventano interessanti compagni d’avventura.

emma.arzilli@hotelklinik.it